Storia

La storia della scuola di Pavona trova le sue origini nel lavoro straordinario di una semplice docente, Iolanda Ciuffini Bernardini, che ha donato 20 anni della sua vita (dal 1941 al 1960) alla formazione-educazione di tanti giovani. La sua opera non si A? fermata al solo lavoro educativo-didattico, ma la sua abnegazione verso l’insegnamento l’ha resa una pionera e una missionaria che ha lottato per fare della scuola un luogo dove alunni e genitori potessero trovare la gioia dell’apprendere. Affiancava i suoi studenti anche nei pomeriggi e fondA? anche un Centro di lettura aperto a tutti, fornendo cosA� formazione anche agli adulti. Si prodigA? in ogni modo per far sA� che Pavona potesse avere un adeguato edificio scolastico (insegnava in due locali privi di qualunque servizio) ottenendo alla fine la posa della prima pietra. Non vedrA� mai, perA?, realizzato l’intero progetto che sarA� portato a termine 20 anni dopo.
I suoi ex-alunni la ricordano ancora con affetto, tanto da costituire una Commissione che ogni anno la ricorda in occasioni speciali. Grazie a loro il 25 maggio1996 si A? deciso di intestarle il plesso da Lei cosA� voluto (quello di via Torino) e successivamente (il 19 marzo 2005) il viale antistante la stessa scuola.
Ogni anno il gruppo dei suoi ex-alunni visita la nostra scuola Primaria, per ricordare questa straordinaria docente, offrendo doni di vario genere per la nostra sede. Interessanti e commoventi sono i quadri da loro offerti e appesi in un’area della scuola a lei dedicato e i filmati da loro riprodotti nelle due occasioni sopra dette, che abbiamo voluto inserire per intero. Molti si riconosceranno in queste immagini e ricorderanno, cosA�, come anche una sola persona possa fare la differenza in questo mondo. CiA? A? stato possibile allora e puA? esserlo ancora oggi.
– Video Cerimonia di Intestazione della Scuola Elementare all’Insegnante Iolanda Ciuffini Bernardini
– Video Cerimonia di Intestazione del Viale al Suo nome.

In seguito alla��applicazione del D.P.R. n 233 del 18 giugno 1998 a�?Regolamento recante norme per il dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche e per la determinazione degli organici funzionali dei singoli Istitutia�?, i plessi di scuola da��Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado del territorio di Pavona e Cancelliera, sono venuti a formare a decorrere dalla��anno 2000-2001 una scuola di nuova istituzione nel pieno esercizio della��autonomia didattica e organizzativa. Le nostre scuole, accorpate in senso verticale, hanno costituito la��Istituto scolastico statale a�?Comprensivo a�?. I tre ordini di scuola, Infanzia-Primaria-Secondaria di primo grado, cosA� raggruppati hanno una��unica segreteria e un solo responsabile definito Dirigente Scolastico. La sede legale della��istituto, dei servizi di presidenza e amministrativi A? in via Pescara.

La verticalizzazione attuata dal 1 settembre 2000, ha permesso a tutti gli operatori della scuola, da quella della��infanzia a quella secondaria di primo grado, di confrontarsi fattivamente e di elaborare un progetto unitario al fine di garantire una formazione adeguata, nel rispetto dei bisogni e delle richiesta della��utenza.

Il territorio in cui sono ubicati i nostri cinque plessi scolastici (via Pescara, via Torino, via Asti, via Como, Cancelliera), appartenenti al Comune di Albano Laziale, accoglie una��utenza proveniente anche da altri comuni: Castel Gandolfo, Ardea e Roma.

La Direzione della��Istituto Comprensivo a�?A.Gramscia�? Albano-Pavona consapevole della��importanza e della necessitA� di avvalersi di un Sistema di Gestione della QualitA� riconosciuto in ambito internazionale, al fine di garantire la qualitA� dei servizi forniti e raggiungere la soddisfazione degli Utenti dei propri servizi, ha ritenuto opportuno implementare il proprio Sistema QualitA� al modello proposto dalla norma ISO 9001 edizione 2000, ottenendo dalla��anno scolastico 2010 la Certificazione di QualitA� e mantenendola fino al 2012.
Per la��anno scolastico 2013, si A? deciso di non rinnovare la��attuale Certificazione, ma di mantenere procedure di qualitA� per garantire il miglioramento continuo di tutte le attivitA� sviluppate con modalitA� operative piA? trasparenti di gestione dei servizi formativi, in termini strategici (mission e politica della qualitA�) organizzativi (informativa ed erogazione dei servizi offerti) operativi (fattori del controllo di qualitA�) preventivi (attivitA� a garanzia dei beneficiari).
Le procedure di qualitA� vogliono essere uno strumento di coinvolgimento, collaborazione, corresponsabilizzazione attuate e sostenute da tutti i livelli della��Istituto, al fine di ottimizzare la��organizzazione interna, per realizzare un piA? alto grado di customer satisfaction, eliminando e prevenendo possibili inefficienze e stabilendo efficaci modalitA� di gestione e di controllo.